Dijana Pavlovic, Moni Ovadia, Lettere al presidente

da l’UNITA’ 31 gennaio 2009 Lettera a Napolitano Nessuno ricorda lo sterminio degli zingari di Dijana Pavlovic «Dalle baracche vedevamo gli ebrei/colonne incammi¬nate diventare colonne verticali, di fumo. /Erano lie¬vi, andavano a gonfiare gli occhi del loro  dio affaccia¬to. /Noi non fummo leggeri, la cenere degli zingari non riusciva ad alzarsi in cielo. / Ci tratteneva in bas¬so la musica … Continua a leggere

Gabriele Polo, Sbarramento elettorale?

da IL MANIFESTO, 29 GENNAIO | Gabriele Polo Sbarramento elettorale? Saltiamo un giro Da piccoli ci insegnavano che le elezioni erano un momento cruciale della democrazia. E che, quindi, il sistema elettorale doveva garantire la massima rappresentanza, lo specchio istituzionale dell’opinione pubblica. Forse non era completamente vero, oggi non lo è per nulla. Non da ieri le leggi elettorali italiane … Continua a leggere

Natalie Castaldi, Su Edward Munch

http://www.filosofipercaso.splinder.com/ natalie castaldi Riflessione n. 35 – Partendo dall’arte – Lo sguardo e l’impossibilità di vivere – Munch “Siamo obbligati, poiché al mondo ci sono sempre più di due persone, a chiedere chi è l’altro: se ci fossero solo due persone al mondo, non ci sarebbe bisogno di tribunali, perché io sarei sempre responsabile per e davanti all’altro. Ma non … Continua a leggere

Patrizia Gioia , Mino Reitano era Nembo Kid

Mino Reitano era Nembo Kid, Benigni è già SuperMan. Alla maniera di Patrizia Gioia cara Vivian, volevo dirti grazie del tuo articolo sul Corriere, un ricordo di Mino Reitano che ha rinnovato in me la sempre presente difficoltà di guardare al di là dei nostri soliti giudizi e pregiudizi, tentando invece, ogni volta e mai una volta per tutte, di … Continua a leggere

Gramellini, Bagnacaudabab

da LA STAMPA 30,1,2009 Gramellini, Bagnacauudabab Chissà perché da noi le buone idee non partoriscono libertà, ma divieti. È indubbiamente una buona idea quella di ripopolare i centri storici con negozi e ristoranti che diffondano i prodotti tipici del territorio. Ma è una stupidaggine pensare di realizzarla espellendo dai vicoli i kebab e gli involtini primavera. Libero tandoori in libera … Continua a leggere

Carlo Gambescia, Attenzione al veltruscondipietrismo

da Carlogambesciametapolitics 29/01/2009 Attenzione al veltruscondipietrismo Ieri durante la manifestazione dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro, la cui vena demagogica è veramente preoccupante, ha insultato il Presidente della Repubblica, dandogli di fatto del mafioso. Subito, come per riflesso carnivoro, il PdL e il Pd, con pari furore demagogico, si sono autonominati difensori d’ufficio di Napolitano. E così è iniziata una … Continua a leggere

Pino De Stasio, Silenzio a Lampedusa

da ROTTAMI, PINO DE STASIO “Silenzio a Lampedusa” Questa notte a Lampedusa c’e’ silenzio appena mosso da marosi che sfiorano i lineamenti densi dei migranti assopiti da tanto sforzo del mattino a dichiarare vergogna! tra le coperte e i corpi abbandonati materassi di spugna sintetica e coperte di lana grossa militare sogni muti che si alternano a lamenti o sgorghi … Continua a leggere

Michele Smargiassi, Il vero volto del suicidio

• da La Repubblica del 29 gennaio 2009, pag. 37 Michele Smargiassi, I vero volto del suicidio Jan Palach. Sansone. Giuda. Mohamed Atta. Catone. Sylvia Plath. Anna Karenina. Adolf Hitler. Piergiorgio Welby. Forse esistono tante ragioni per Congedarsi dal mondo (Il Mulino, pagg. 526, 32 euro) quanti sono gli individui, storici o immaginari, che hanno scelto di farlo per libera … Continua a leggere

L’Italia di Lorenzo Monguzzi e Marco Paolini

Marco Paolini, attore, regista, drammaturgo e autore, ha regalato a l’Unità una canzone, L’Italia. La canzone è dedicata a una donna che Paolini non riconosce più, tanto è cambiata. Un tempo era «di indole puttana e in abito da suora, maestra di furbizia e un po’ voltagabbana, però, rispetto ad altre, più tenera ed umana», un’Italia «di costituzione robusta e … Continua a leggere

Gianni Biondillo, IL TEMPO MATERIALE di G.Vasta

dal blog NAZIONEINDIANA Gianni Biondillo, Il tempo materiale Giorgio Vasta, Il tempo materiale, 311 pag., minimum fax, 2008. Nimbo, un ragazzino di undici anni, si muove, nel 1978, in una Palermo ferina e brutale, ragionando come un filosofo razionalista. Un “mitopoieta”, per dirla con l’appellativo affibiatogli dalla sua insegnante. Tutto è parola per Nimbo, tutto è metodica sperimentazione della assoluta … Continua a leggere