Autori vari, Truffe e storie segrete

( la storia segreta: sequestrati 135 miliardi di dollari) visti dagli altri A cura di Internazionale – Prima Pagina Un sequestro da 134,5 miliardi di dollari Da quando due uomini di mezza età con passaporto giapponese sono stati fermati mentre cercavano di portare 134,5 miliardi di dollari in titoli di stato statunitensi dall’Italia alla Svizzera, fioriscono su internet le congetture. … Continua a leggere

Vittorio Sgarbi, Sciascia e il moralismo

da IL GIORNALE, 30 giugno 2009 VIttorio Sgarbi, Sciascia e il moralismo: moralismo inascoltato Capiva bene Leonardo Sciascia, più di ogni altro e in tempi in cui non si era ancora concepita la scellerata illusione di affidare alla magistratura la soluzione dei problemi della società, che etica e politica non possono stare insieme. In questo, egli era stato il miglior … Continua a leggere

Alessandra Cristofani, Giù le mani da Giotto

(da LA STAMPA, 30 giugno 2009) Il Nobel lo ritiene troppo giovane per aver dipinto gli affreschi di Assisi. Il prelato: no allo show ALESSANDRA CRISTOFANI ASSISI (Perugia) Giotto non si tocca. Parola di vescovo. Monsignor Domenico Sorrentino, presule delle 63 parrocchie di Assisi, lo ha detto a chiare lettere. Poco importa se Dario Fo è un premio Nobel. Lui, … Continua a leggere

Gianni Rodari, Ci sono cose..

Ci sono cose da fare ogni giorno: lavarsi, studiare, giocare, preparare la tavola, a mezzogiorno. Ci sono cose da far di notte: chiudere gli occhi, dormire, avere sogni da sognare, orecchie per sentire. Ci sono cose da non fare mai, né di giorno né di notte, né per mare né per terra: per esempio, la guerra. Gianni Rodari

Antonella Foderaro, Destinati a esser vivi

dal blog   filosofi per caso l SABATO, 27 GIUGNO 2009 Destinati a esser vivi – Pro/Testo Se volessimo bonariamente prenderci gioco di un amico “idealista”, dall’aria riflessiva ed assorta, estremamente sensibile, che tende a porsi domande ed a trovare risposte a parer nostro “improbabili”, lo chiameremmo “filosofo” per non dargli impietosamente dell’astruso logorroico “poeta”, per non dirgli chiaramente “illuso” ed … Continua a leggere

Natalia Castaldi, C’era una volta un indiano

http://frammentipoetici.splinder.com/ VENERDÌ, 26 GIUGNO 2009 C’era una volta un indiano Se si fosse almeno un indiano, subito pronto e sul cavallo in corsa, torto nell’aria, si tremasse sempre un poco sul terreno tremante, sinché si lasciavano gli sproni, perché non c’erano sproni, si gettavano via le briglie, perché non c’erano briglie, e si vedeva la terra appena innanzi a sé … Continua a leggere

jacqueline spaccini,DALE ZACCARIA

jacqueline spaccini http://laboratoriodicriticadarteletteratur.blogspot.com/ I DOMENICA 28 GIUGNO 2009 Dale Zaccaria e le parole remiganti nell’aere Dale Zaccaria Inedito per una passante. San Cesario di Lecce, Piero Manni, 2008, 10€. Introduzione di Leila Zammar. Nota di Pierluigi Angelucci. di Jacqueline Spaccini S’affannano, i poeti. Se i danzatori debbono piegare il corpo per esprimere il proprio concetto di danza, i poeti hanno … Continua a leggere

Laura Larcan, Milano e la scapigliatura

GRANDI MOSTRE Tra moderno e contemporaneo Milano celebra i suoi bohémien Palazzo Reale celebra la Scapigliatura, gruppo di artisti che tra euforia romantica, ideali anti-accademici, happening e osterie, aprì la strada all’avanguardia futurista e dadaista di LAURA LARCAN MILANO – La bohéme milanese. Quella animata da un’euforia romantica e risorgimentale, consumata a partire dagli anni Sessanta dell’Ottocento tra le osterie … Continua a leggere

Arash Hejazi, Così è morta Neda

«IL PROIETTILE L’AVEVA COLPITA ALL’AORTA E AI POLMONI» Il medico amico di Coelho «Così Neda mi è morta tra le mani» Il racconto di Arash Hejazi sul blog dello scrittore: «Lei aveva uno sguardo innocente. Non ho potuto fare nulla» L’assassinio di Neda. A destra con la camicia bianca Arash Hejazi MILANO – «Ho premuto la ferita, per quel che … Continua a leggere