Silvia Boschero, Vasco rock al Primo Maggio

da L’UNITA’

Indipendente, italiano, rock al Primo Maggio con Vasco
di Silvia Boschero
silvia.jpg
Non solo Re Vasco al Primo Maggio più annunciato degli ultimi tempi. Ma un ventennale che gli amanti del rock italiano ricorderanno, in cui, per una volta, il mondo del quattro quarti indipendente andrà a braccetto con quello squisitamente mainstream guidato dal bestseller di Zocca. Non è una bestialità. In fin dei conti tra tutte le star italiane Vasco è l’unico ad essersi guadagnato in anni di onorata carriera il rispetto (se non proprio l’apprezzamento) quasi unanime da parte delle masse underground.

Così lo slogan scelto dai sindacati Cgil, Cisl e Uil per quest’anno, cioè «Il mondo che vorrei» (titolo dell’album di Rossi), verrà declinato sul palco a seconda dei casi specifici in varie sfumature, nella speranza che il pubblico che accorrerà in massa attirato solo dall’evento-Vasco sia in grado di apprezzare le diverse tonalità. Il mondo che auspicano gli Afterhours e che porteranno sul palco di San Giovanni è sicuramente un luogo musicale dove il ritornello facile e l’ammiccamento demagogico sono banditi. Ecco allora che una nutrita rappresentanza del loro disco-progetto collettivo Il paese è reale (presentato all’ultimo Sanremo) farà bella mostra di se con l’aggiunta di qualche altro nome amico come quelli di Francesco Bianconi dei Baustelle e di Cristiano Godano dei Marlene Kuntz.

Ma il cast del Primo Maggio (che verrà presentato dall’attore Sergio Castellitto) non si limiterà a questo. Già confermati diversi altri nomi come quelli di Edoardo Bennato, Caparezza accompagnato dai Tamburi del Bronx, l’iper eclettico pianista Stefano Bollani con il suo quintetto e un bell’ensemble compresa Irene Grandi come special guest.

E ancora jazz con una favolosa orchestra di Allstars guidata da Stefano Di Battista a ripetere un esperimento già tentato con successo lo scorso anno. Non finirà qui perché altri artisti nel corso del prossimo mese si aggiungeranno, sempre che sulla scia trainante dell’annuncio della presenza di Vasco arrivino anche gli agognati sponsor necessari all’organizzazione per chiudere il tutto.
Vasco, dal canto suo, torna al Primo Maggio dopo l’esibizione di dieci anni fa e si concede il suo unico concerto del 2009 secondo un infallibile piano di marketing che da una decina d’anni lo vede stravincere (anche se in declino lui stesso in fatto di vendite) in barba alla crisi dell’industria discografica. Tutto gira giusto per lui: sono trent’anni dal suo primo concerto (era il 1979 in piazza Maggiore a Bologna e pare ci fossero quattro gatti), è appena uscito il Dvd de Il mondo che vorrei (prenotate più di 150mila copie dai fan) e continua a godersi i successi di un disco che sforna un singolo dietro l’altro.

Il tutto trasmesso in diretta sempre su Rai3 anche per tentare di arginare lo sbarco nella capitale delle centinaia di migliaia di ragazzi che potrebbero prendere d’assalto la piazza. E se ogni anno al Primo Maggio si fa il toto-record sulle presenze, stavolta ci sarà veramente da sbizzarrirsi con i numeri.

Silvia Boschero, Vasco rock al Primo Maggioultima modifica: 2009-03-17T16:55:00+01:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento