Marilyn vide Bob Kennedy la sera prima di uccidersi

da LA STAMPA

06/08/2011 –
Marilyn vide Bob Kennedy
la sera prima di uccidersi
Unknown.jpeg

Marilyn Monroe tra i fratelli Kennedy a una festa il 19 maggio 1962

«Il ministro della Giustizia l’aveva lasciata, per questo
lei si avvelenò»
PAOLO MASTROLILLI

Marilyn Monroe si era suicidata il giorno dopo aver visto Bob Kennedy, perché lui aveva deciso di lasciarla. Stavolta a sostenerlo non sono delle voci o dei pettegolezzi raccolti su internet, ma Ronald Kessler, un autorevole giornalista del New York Times . Kessler ha appena pubblicato un libro intitolato The secrets of the Fbi , cioè i segreti del Federal bureau of investigation, che è una miniera di rivelazioni. Si va dai retroscena sul raid che ha portato all’uccisione di Osama bin Laden, fino al suicidio del consigliere di Bill Clinton Vince Foster, passando appunto per il caso Marilyn. Le voci su una relazione tra l’attrice e i fratelli Kennedy erano note da tempo, però stavolta Kessler scende nei dettagli, perché ha messo le mani su alcuni dei famosi file segreti usati dal mitico direttore dell’Fbi Edgar Hoover per ricattare i politici.

Uno di questi rapporti era stato inviato da William Simon, capo dell’ufficio di Los Angeles del Bureau, appena dopo la morte della Monroe, il 5 agosto 1962. Tra le pagine si legge che il giorno prima del suicidio, Bob Kennedy aveva preso in prestito l’auto personale di Simon per un incontro clandestino con l’attrice. Durante quell’appuntamento Bob avrebbe detto a Marilyn che non voleva più vederla, e secondo Kessler questo è il motivo che il giorno dopo aveva spinto l’attrice a togliersi la vita. In qualità di ministro della Giustizia, Kennedy aveva il diritto di farsi accompagnare dagli agenti dell’Fbi quando visitava una città. A Los Angeles, però, invece di usare l’auto ufficiale si faceva prestare quella personale di Simon. Il figlio di Simon, Greg, ha confermato che «durante i weekend non avevamo mai la Lincoln bianca decappottabile di papà, perché la prendeva in prestito Kennedy». Una volta Bob aveva addirittura dimenticato i suoi occhiali da sole Ray Ban dentro al cassetto dell’auto, come ha ricordato la figlia del capo dell’Fbi di Los Angeles, Stephanie Branon. La ragione per cui Kennedy preferiva usare la Lincoln di Simon era evitare troppa pubblicità, mentre andava a Brentwood per trovare Marilyn.

Il fatto che lei si sia uccisa perché era stata lasciata è una deduzione di Kessler, supportata però da varie prove circostanziali. Il giornalista del New York Times sostiene anche che Vince Foster, consigliere legale della Casa Bianca ai tempi di Clinton, si sia suicidato per le umiliazioni subite dalla sua ex collega Hillary. Pochi giorni prima della tragedia Foster aveva criticato una scelta politica dell’allora first lady, che in risposta lo aveva umiliato davanti a tutto lo staff. Da quel momento Vince, che già soffriva di depressione, si era isolato sempre di più, fino a decidere di togliersi la vita.


Marilyn vide Bob Kennedy la sera prima di uccidersiultima modifica: 2011-08-07T18:01:51+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento