Armando Todesco, Goccie di giugno

 
Goccie di giugno   democrcacy.gif
 
 
1) L’Expo e’ un progetto che  sembra sia un buco nero in cui si sono persi milioni di euro e di cui non si vede ancora niente di concreto .
Pisapia si e’ dimesso  da Comissario dell’Expo e ha fatto bene a smarcarsi da un progetto di cui sembra si e’perso l’idea  ,il motivo originale e la partecipazione della popolazione milanese.
Io ho presente i lavori e l’entusiasmo per le olimpiadi di Roma   nel 1960 e il centenario dell’Unita’ d’Italia a Torino nel 1961 e vedo un baratro in tutto  con i lavori dell’Expo di oggi .
L’Expo doveva essere un progetto che doveva  essere pensato per Milano e per l’Italia e per dare al futuro dell’Italia un ricordo delle sue eccellenze .
E’ diventato nel tempo invece uno spazio per lotte aperte e nascoste tra il comune e la Regione  e dove tutti e due i capi (per me inadatti culturalmente a pensare a qualcosa che avesse a che fare con  dimensioni collettive e future ) volevano fare solo bella figura per arrivare a dei traguardi personali piu’ alti .
Ora la prima non c’e’ piu’ e il secondo e’ come un’anatra zoppa in quanto sembra indagato .
(Ma come facevano a tenere in mano e a seguire tutti questi incarichi importanti ?).
Comunque non era il prevalere di uno o dell’altro  il motivo per cui lo Stato e i cittadini hanno stanziato tanti soldi.
 Le dimissioni di Pisapia , segnalano che  finora anche che  Formigoni e compagnia non hanno fatto niente di concreto e che possa portare a dei risultati buoni.
Le dimissioni Pisapia scardina le carte e  lascia  Formigoni  ancora piu’ solo facendo in modo che cosi’ verranno fuori le sue pecche  anche di cattivo amministratore .
Ma se Pisapia e’ stato commissario per 1 anno sara’ anche forse vero  che avra’ preso  lo stipendio regolare che molti non hanno .
Allora perche’ vuole  scaricare solo sugli altri le conseguenze di un Expo partito bene ma gestito  male e non consegna al Comune di Milano anche lo stipendio  ?
Che figurone avrebbe fatto!
 
2)A Milano hanno  costruito nelle vicinanze di porta Garibaldi in via Imbonati un grattacielo   molto alto di circa  20 e piu’ piani  tutto moderno .
Ma vicino a questo e  proprio  vicino alla stazione Garibaldi c’e il grattacielo dove circa 1 mese c’e’ stata l’occupazione  da parte dei circoli sociali per fare della musica.
Questo ultimo grattacielo era  vuoto nei suoi 20 piani da 20 anni e ora ne hanno costruito un’altro come detto  in via Imbonati.
Ne valeva la pena con tutto cio che non e’ popolato ?
 
3)Quando la procura ha indagato il direttore generale della sanita’ lombarda  il presidente Formigoni gli ha telefonato dicendogli di non temere e di tenere duro .
Questa telefonata strategicamente parlando e’ un errore ed e’ una confessione anticipata di colpa.
Formigoni non doveva telefonare perche’una telefonata fatta  a uno inquisito viene vista   come un qualcosa per  evitare  che la sua caduta  determini poi anche la procedura di incriminazione di Formigoni per qualche altra cosa .
 
4)Dopo ogni terremoto  si sentono  i cosidetti esperti di geologia   che dicono : Lo avevamo detto.
Ma sempre dopo che e’ successo.
Mi sembra che tutti i geologi perdono il loro tempo e che non dicono mai niente che possa essere utile.
La questione e’ che sui terremoti ,su dove avvengono e a che profondita’ e quando ,nessuno sa niente da noi cittadini ai geologi :nessuno sa niente e il terremoto puo’ capitare in ogni posto e in ogni momento.
I geologi quando parlano dopo non dicono niente  e non aggiungono una virgola in piu’.
Ora ho letto che  il ministero  ha nominato il capo dei geologi uno che non sa niente su questo settore e a  capo uffico stampa dei geologi in Italia una ex pornostar.
Come dire :ne vedremo delle belle ,allora!
Una cosa da fare per ora ,anche se non sempre e’ la soluzione , e ‘costruire le case anti terremoto e di fare come in Giappone che su questo campo ci puo’ insegnare  qualcosa.
 
5)Ma che fine ha fatto il pagamento dell’Ici da parte della chiesa?
Si e’parlato nei mesi passati per settimane per  fare pagare l’Ici alla chiesa  come tutti gli italiani fanno e la chiesa aveva dichiarato ad un certo punto di essere disposta a pagare .
Poi siamo stati surclassati da altri problemi come il terremoto e ci siamo persi.
Ma allora io ritorno alla domanda: paghera’ la chiesa l’Ici o no?
 
Ma che fine ha fatto l’ultima tranche di tanti milioni che doveva essere pagata a luglio ai partiti?
Anche qui ritorno al problema dell’Italia che dimentica facilmente le proprie discussioni e i propri problemi.
Anche qui eravamo arrivati a delle prese di posizione da parte di lega e di altri partiti di non volere ricevere la tranche di 100 milioni  di euro (sono tanti!)finanziamento ai partiti,dopo il caso Luisi e il caso famiglia Bossi e compagnia intascando e falsificando .
Tra poco dovrebbe essere il  momento buono della verita’.
Chi lo incassera e chi non lo incassera’?
La lega aveva dichiarato che non l’avrebbe perso …ma si sa e’ la Lega :tante promesse e cattivi esempi umani .
L’Idv aveva dichiarato che non l’avrebbe preso, ma poi tutto e’ ritornato nel silenzio .
Dipietro parla molto e potrebbe dire qualcosa.
Ci sarebbe bisogno di sapere  tutto  bene ,molto bene su chi lo prende e chi non lo prende nei fatti non a parole .
 
Napoletano ,Fini che parlano  tanto in televisione  su tutto ,ci possono dire qualcosa su questo tema?
 
 
 
Armando TODESCO
amando.t@alice.it
 
 

Armando Todesco, Goccie di giugnoultima modifica: 2012-06-25T17:48:56+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento