Armando Todesco,Cosa dice oggi un candidato alla Regione

Cosa dice oggi un candidato alla Regione?

coccodrillo,_n.jpg

 

Tra poco andremo alle urne . Ma come si situa e che cosa dice uno dei tantissimi candidati alla regione? Perche’ anche tanti candidati di csinistra o di cdestra dicevano anni fa prima delle elezioni nel loro programma elettorale che ci tenevano alla trasparenza ,che avrebbero lavorato su singoli problemi sociali ,che andavano li per difendere gli interessi collettivi e poi abbiamo visto che cosa e’ stato concluso con inchieste da parte delle procure per interessi privati in atti di ufficio o per appropriazione indebita di denaro pubblico ,cioe’ tutto all’incontrario di cio’ che dicevano prima nei loro documenti pubblici grazie ai quali hanno reso i voti . Allora come documentazione elettorale invio una intervista a un candidato alla regione Lombardia. Il suo e’ una intervista sulle cose che pensa di affrontare. Questa intervista ci serve per verificare se fra 4 anni le cose le ha fatte o no ,ci seve per verificare fra 1 anno o giu’ di li’ a che punto e’ il suo progetto di cambiamento e di lavoro . Vedremo se questo documento-politicometro sara’ un documento serio oppure solo propaganda elettorale . Ora avremo la possibilita’ di misurare l’efficacia dell’agire di una persona ,di un candidato normale lombardo ma puo’ essere anche uno di altre parti in Italia . Braga Fiorentino e’ un giovane inzaghese che si presenta come candidato nelle liste nel Centro Popolare Lombardo ,lista che appoggia il candidato del centro sinistra Ambrosoli,per la Regione Lombardia . 1)Qual’e la tua esperienza passata ? Ho 49 anni e lavoro alla Telecom Italia da molti anni .Sono anche rappresentante della Cisl nella RSU della Telecom . In passato ho fatto anche esperienze di insegnamento presso istituti formativi di Inzago . Ho sempre avuto il desiderio di affrontare i problemi dei lavoratori e delle condizioni di lavoro in cui ci troviamo . Credo che occuparsi di queste problematiche sia uno delle cose piu’ interessanti e nobili che uno possa seguire . 2)Come vedi la situazione del lavoro in Regione Lombardia ? Abbiamo molte situazioni difficili nell’est di Milano e non solo . I lavoratori delle aziende in difficolta’ si sono mobilitati insieme ai loro sindacati spinti da una situazione economica seria per i livelli occupazionali . Grazie ai sindacato e alla mobilitazione dei lavoratori siamo riusciti a strappare delle condizioni di accordo con le direzioni aziendali e ora i lavoratori sono stati collocati in strutture alternative diverse della provincia per garantire il loro stipendio e la sicurezza delle loro famiglie 3)Come giudici la situazione della regione Lombardia dal punto di vista della trasparenza? Quello che e’ successo e’ di una gravita’ inaudita :cioe’ venire a sapere che i consiglieri regionali che sono stati eletti per testimoniare che si fa politica per interesssi collettivi e col criterio della trasparenza ,approffittarsene per interessi personali . Credo che sara’ necessario fare qualcosa di inicisivo per non fare piu’ ripetere questa esperienza per il futuro . Io mi battero’ ad esempio e lo diro’ anche pubblicamente , lottero’ affiche le spese si tagliano e ai consiglieri vadano degli stipendi nella giusta misura e non a pie’ di lista su tutto . 4)Quali sono i punti qualificanti del tuo programma ? Intanto promuovere situazioni di accordo per assumere i giovani nelle aziende Stage dei giovani con le aziende . E poi tre punti importanti su cui intendo impegnarmi e lavorare: 1)Un patto con le aziende partendo dal fatto che le Piccole e medie imprese ,PMI,sono il pilastro della nostra economia . Quindi sostenere le PMI. Favorire la competitivita’ e sostenere la internazionalizzazione delle stesse . Accordo regionale in modo che le PMI possano accedere ai fondi strutturali europei e riduzione della burocrazia e semplificazione delle procedure amministrative. 2)Una nuova politica per lo sviluppo : Monitorare e rilanciare i principali progetti di lavori pubblici come volano per l’economia . Creare un fondo regionale per lo sviluppo . Potenziamento dell’apprendistato per favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro con l’obbiettivo di aumentare il tasso di disoccupazione dall’attuale 65% al 70%.. 3)Favorire una riforma della sanita’. Superare l’eccessivo accentramento regionale in termini di governance e fare in modo che ogni euro erogato dalla Regione Lombardia sia legato alla responsabilita’ diretta di chi e’ chiamato a gestire una struttura di servizio sanitario . Armando Todesco

Armando Todesco,Cosa dice oggi un candidato alla Regioneultima modifica: 2013-02-01T16:09:00+01:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento